Mondonuovo A

Esterno Mondunuovo A

E’ una comunità educativa aperta nel 2006 per accogliere mamme e bambini con una capienza massima di 10 utenti. Il servizio, funzionante tutto l’anno, è convenzionato con i Servizi Sociali del Comune di Milano ed è organizzato nel pieno rispetto degli standard previsti dalla vigente normativa.

Gli obiettivi

La comunità fornisce un servizio specialistico ed una metodologia d´intervento che permettono alla donna una rielaborazione dei propri vissuti, di ricevere informazioni utili su come fruire delle risorse del territorio e confrontarsi con altre donne con esperienze analoghe e di vivere la propria maternità in modo più consapevole e responsabile. Il servizio mira ad offrire interventi alla mamma e al bambino per uscire da una situazione di disagio, di fragilità, di destabilizzazione per potersi muovere sul territorio e nella società con maggior consapevolezza delle proprie risorse, dei propri punti di criticità e con strumenti per chiedere aiuto non su un piano assistenzialistico, ma con maggior responsabilità e riconoscimento del valore della propria famiglia.

Gli spazi

La struttura è ubicata all’interno di una proprietà immersa nel verde e usufruisce di giardino e spazi all’aperto. Ogni famiglia ha una stanza ad uso esclusivo con bagno dedicato e usufruisce di spazi comuni in condivisione con le altre mamme e gli altri bambini presenti in comunità: cucina e sala da pranzo; zona soggiorno; spazio gioco; locale per visite protette; lavanderia/stireria.

I destinatari

Destinatari del servizio sono mamme con bambini, italiani e stranieri, in situazioni di fragilità, legati ad abusi, violenze, precarietà economica, a rischio di esclusione e marginalità sociale.

Gli strumenti del lavoro

La Carta dei Servizi: è un documento in cui sono descritti finalità, modi, criteri e strutture attraverso cui il servizio viene attuato, diritti e doveri, modalità e tempi di partecipazione, procedure di controllo.

Il progetto educativo: è condiviso con le linee guida della direzione associativa e con i principi che l’hanno fondata. Al suo interno viene evidenziato il senso dell’operare con donne e bambini in difficoltà e viene specificata la metodologia pedagogica, gli obiettivi, gli strumenti e le figure coinvolte.

Al centro del progetto educativo ci sono:

• la tutela , la cura e l’accoglienza del nucleo ospitato;

• l’approfondimento di alcune aree specifiche del nucleo, attraverso colloqui mirati a conoscere chi è la donna, chi è il bambino e come è la relazione mamma-bambino;

• l’osservazione del nucleo nella quotidianità;

• la stesura e condivisione del progetto educativo individuale con i servizi coinvolti e l’ospite, al fine di definire obiettivi in cui tutte le parti possano collaborare perché il nucleo possa essere in grado di muoversi in modo consapevole sul territorio, tutelando sempre i diritti del minore.

Il progetto educativo individuale (PEI): è pensato e costruito con l’ospite, gli operatori dell’équipe ed il Servizio Sociale di riferimento. Il progetto educativo individuale, essendo lo strumento contenente le strategie e gli obiettivi a breve e medio termine utili al raggiungimento dell’autonomia sociale del nucleo familiare, viene verificato e aggiornato costantemente con tutti i soggetti coinvolti a diverso titolo.

Lo staff

In comunità operano le seguenti figure: Operatori socio-educativi, Ausiliari e Volontari. Il personale è numericamente proporzionato allo standard previsto dalle vigenti normative ed è in possesso di adeguato e specifico titolo di studio. Tutto il personale educativo, ausiliario e volontario, segue percorsi formativi e/o di supervisione. Inoltre applica le disposizioni di evacuazione relative al T.U. 81/08 nel rispetto della norma ed attua le disposizioni del codice della Privacy D. Lgs 196 del 30 giugno 2003.

Modalità d’inserimento

L’accoglienza del nucleo in comunità avviene in seguito alla richiesta d’inserimento degli enti preposti alla tutela del minore (Servizi Sociali, Tribunale dei Minorenni). Tali servizi, con la madre e l’equipè educativa concordano il progetto educativo dell’intero nucleo familiare. E’ quindi fondamentale la condivisione e la piena partecipazione di tutti i soggetti chiamati in causa. La permanenza dei nuclei presso la struttura viene concordata con il Servizio Sociale di riferimento e varia a seconda di come il progetto si sviluppa nei mesi e delle risorse che nel tempo si creano.

Le attività

In comunità le ospiti vivono i ritmi di una quotidianità domestica e familiare, organizzando gli accompagnamenti a scuola dei propri figli, recandosi al lavoro, riordinando insieme i propri spazi comuni e personali. Si affiancano a questa quotidianità, momenti di gruppo o individuali di attività per le madri, per i bambini e per entrambi: sono attività a scopo ricreativo, ludico, culturale, di conoscenza del territorio, di conoscenza di sé e del proprio figlio.

 

Lo staff

In comunità operano le seguenti figure: Operatori socio-educativi, Ausiliari e Volontari. Il personale è numericamente proporzionato allo standard previsto dalle vigenti normative ed è in possesso di adeguato e specifico titolo di studio. Tutto il personale educativo, ausiliario e volontario, segue percorsi formativi e/o di supervisione. Inoltre applica le disposizioni di evacuazione relative al T.U. 81/08 nel rispetto della norma ed attua le disposizioni del codice della Privacy D. Lgs 196 del 30 giugno 2003.

Modalità d’inserimento

L’accoglienza del nucleo in comunità avviene in seguito alla richiesta d’inserimento degli enti preposti alla tutela del minore (Servizi Sociali, Tribunale dei Minorenni). Tali servizi, con la madre e l’equipè associativa concordano il progetto educativo dell’intero nucleo familiare. E’ quindi fondamentale la condivisione e la piena partecipazione di tutti i soggetti chiamati in causa. La permanenza dei nuclei presso la struttura viene concordata con il Servizio Sociale di riferimento e varia a seconda di come il progetto si sviluppa nei mesi e delle risorse che nel tempo si creano. 

Le attività

In comunità le ospiti vivono i ritmi di una quotidianità domestica e familiare, organizzando gli accompagnamenti a scuola dei propri figli, recandosi al lavoro, riordinando insieme i propri spazi comuni e personali. Si affiancano a questa quotidianità, momenti di gruppo o individuali di attività per le madri, per i bambini e per entrambi: sono attività a scopo ricreativo, ludico, culturale, di conoscenza del territorio, di conoscenza di sé e del proprio figlio.

Contatti

Per informazioni e richieste di inserimento:

Tel:02.40093526 Fax: 02.40093527

e-mail: mondonuovo@sarepta.it